Dialisi

Home Servizi Dialisi

Dialisi

I centri di dialisi del gruppo Nefrocenter assicurano tutte le tipologie di trattamento, permettendo ai pazienti un percorso di cura ad altissimo livello qualitativo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia con reni artificiali di ultima generazione, ed alla collaborazione con le principali Università italiane. Tutti i trattamenti sono caratterizzati dal massimo livello di sicurezza grazie alle moderne apparecchiature e alla pluriennale esperienza del personale medico ed infermieristico dei nostri centri.

Nell’emodialisi standard è usato il principio della diffusione per la rimozione delle sostanze di scarto del sangue.
La diffusione consente il movimento di soluti dal sangue al dialisato attraverso una membrana semipermeabile, assemblata all’interno del filtro. In questo processo le sostanze tossiche passano dal flusso ematico al dialisato per poi essere eliminate.
Questo consente di ottenere un risultato ottimale per il paziente.

È una metodica che consente di ottenere un risultato particolarmente vantaggioso ai fini dell’ottimale resa del trattamento della malattia renale cronica in soggetti con problematiche cardio-vascolari. Quest’ultima si differenzia dalla standard per l’uso di filtri a permeabilità superiore le cui membrane coinvolte, grazie ad una particolare struttura tecnologica, consentono l’eliminazione, dal circolo sanguigno, anche delle sostanze di peso molecolare più elevato, rappresentando così un ulteriore vantaggio concreto per la salute del paziente, che trae beneficio da un’eliminazione più accurata ed incisiva delle tossine.

La peculiarità tecnologica delle metodiche in emodiafiltrazione è quella di utilizzare, in aggiunta al processo diffusivo, il processo fisico della convezione per rimuovere il fluido in eccesso e i prodotti di scarto del corpo. Con tale metodica l’efficacia depurativa è garantita dalla rimozione di soluti sia di basso peso che di medio peso molecolare. A questo scopo, le nostre apparecchiature di ultima generazione, permettono di infondere liquidi sterili ed apirogeni non più da sacche preconfezionate ma tramite un sistema che permette la fornitura al momento (on-line) del volume di infusione necessario ad una efficace depurazione.

E’ una metodica di emofiltrazione con carichi di infusione ridotti. La peculiarità di tale metodica è la mancanza completa di tamponi nel bagno dialisi e la possibilità di personalizzare l’infusione sia di bicarbonato che di potassio in base alle esigenze del paziente. Ne risulta un trattamento particolarmente adatto per tutti quei pazienti con problematiche di biocompatibilità del sistema dialitico. Inoltre il massimo rilascio di NO in AFB consente di indicare tale metodica quale terapia dialitica di eccellenza per i pazienti instabili dal punto di vista cardiovascolare, tra i quali un’attenzione particolare va rivolta a quei pazienti diabetici che, presentando sia la vasculopatia periferica che la neuropatia, sono maggiormente predisposti ad ipotensioni intradialitiche.